Progetto Bar – TrasFormAzioni

Quello che sta succedendo, che è successo e che (speriamo) succederà

Il bar della stazione di Mondovì ha chiuso all’inizio dell’estate 2014. L’associazione MondoQui, in linea con le proprie aspirazioni di riqualificazione del quartiere e di integrazione di tutti gli ambiti sociali, ha ritenuto che l’interruzione dell’attività da parte della precedente gestione potesse rappresentare l’occasione di un esperimento nuovo nel panorama locale, quello cioè di aprire un bar che rispecchi i valori etici e umani dell’associazione, fornisca nuove opportunità lavorative anche a soggetti in condizione di svantaggio e permetta all’associazione un ulteriore sviluppo come polo cittadino di aggregazione culturale e sociale.

Così, nasce l’idea del Bar Stazione, che da due anni vede l’associazione impegnata nella creazione di un progetto sostenibile, che unisca i due criteri imprescindibili della fattibilità economica e del rispetto dei nostri valori. Per attuarlo, ci siamo mossi in più direzioni:

  • Il costante dialogo con RFI, società che ha in carico le infrastrutture ferroviarie italiane, volto alla creazione di una linea comune e culminato anche nel progetto collaterale “Terra di nessuno, terra di tutti”, che ha visto la partecipazione dei richiedenti asilo ospitati dall’hotel “Alpi del Mare” in un intervento di riqualificazione della stazione.

    Ragazzi di TrasFormAzioni in riunione

    Ragazzi di TrasFormAzioni in riunione

  • La messa a punto di un percorso di formazione specifica nell’ambito della ristorazione e della cultura d’impresa, con un’attenzione particolare all’etica alimentare grazie ai partenariati con il Family G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) e con Slow Food. Questo percorso si è concretizzato nel progetto TrasFormAzioni che, oltre agli Enti già citati, ha visto mettere in campo la collaborazione con il CFP cebano-monregalese, l’ASL, L’Istituto Alberghiero, il Comizio Agrario e Ascomforma.

  • La strutturazione di un progetto d’impresa concreto, che prevede anche la nascita di una cooperativa “figlia” di MondoQui come soggetto primario nella gestione dell’attività commerciale. A questo scopo si è formato un gruppo di lavoro dedicato, che si è andato specializzando grazie anche a opportunità come la selezione da parte dell’Hangar Point della Regione Piemonte, sportello per l’accompagnamento all’imprenditoria in ambito culturale, e del Progetto Start Up della Camera di Commercio di Cuneo.

La nostra aspirazione è quella di creare un bar che non sia solo terra di passaggio per gli utenti delle Ferrovie, ma che possa diventare anche un luogo vivo e vissuto, con un’offerta di attività e di eventi rivolti anche a famiglie e giovani, e con un occhio di riguardo alla scelta di prodotti alimentari locali e di qualità.

Pubblicato in Attività, Obiettivo Stazione | Lascia un commento

La stazione ferroviaria di Mondovì in mano a vandali, spacciatori e… filosofi

philosophy

Strani personaggi si aggirano per la Stazione di Mondovì. Recentemente, oltre ai soliti vandali e spacciatori (ampiamente rappresentati su giornali locali) e a soci di MondoQui, ballerini di break-dance, studenti di ebraico, arabo e inglese, praticanti di yoga della risata, militanti di gruppi di ogni tipo che si riuniscono in Sala Franco Centro, utenti e lavoratori Fs… s’incontrano anche docenti e ricercatori di filosofia. L’Associazione MondoQui è stata infatti coinvolta dal Cespec (Centro Studi del Pensiero Contemporaneo) nel progetto “Eufemia – Philosophy for community e dialogo interculturale”, e nel progetto “Filosofia e pratiche di comunità” coordinato dal Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino. Si lavora sulla pratica sociale/comunitaria della filosofia attraverso il metodo della Philosophy for community (P4C): i ricercatori ritengono che questo modello abbia molto da offrire e potrebbe giocare un ruolo formativo di primo piano nell’educazione informale e permanente degli adulti, favorendo rapporti tra diversità improntati a confronto approfondito, critico e autocritico e la creazione di legami comunitari. MondoQui è stata scelta come luogo ideale per sperimentare la P4C in un gruppo multiculturale, proprio perché l’Associazione riesce a coinvolgere alla pari cittadini con culture e storie personali molto diverse. Le riunioni di P4C sono sempre molto partecipate. Si legge un brano e poi ognuno ha modo di intervenire, elaborare e trasmettere agli altri il proprio pensiero. Oltre alla crescita umana individuale di ciascuno, l’obiettivo è anche quello di maturare un’appartenenza collettiva per incidere più efficacemente nel tessuto sociale della città.

Pubblicato in Attività, Obiettivo Stazione | Lascia un commento

MondoQui & Avas-Fidas, storia di amicizia e sangue

Cosa c’entra la donazione di sangue con i nuovi cittadini? C’entra: perché donare sangue è un piccolo ma importante gesto attraverso cui diventare un po’ più cittadini e un po’ meno “extra comunitari”. L’abbiamo detto tante volte: “extra comunitario” non è solo un termine burocratico. Vuol dire soprattutto che non si fa parte della comunità. In questo senso si può essere “extra” anche se si è italiani. E donare il sangue appunto è una di quelle cose che ti fanno diventare cittadino, alla faccia dei documenti e degli apparati statali. E’ per questo che MondoQui ha accettato con entusiasmo la proposta dell’Associazione Autonoma Donatori di Sangue di Mondovì e si sta impegnando per diffondere la pratica della donazione all’interno delle comunità di immigrati che vivono nella nostra città. Grazie ai forti legami di MondoQui con le comunità straniere, l’AVAS FIDAS promuove la donazione con incontri divulgativi nei centri di preghiera musulmani, nella sede di MondoQui in Stazione, nella chiesa ortodossa e prossimamente anche in altre realtà di Mondovì. Inoltre AVAS FIDAS è uno dei principali sponsor della squadra di calcio “Atletico Polisportivo Ellerense”, nata da MondoQui per coinvolgere soprattutto giovani immigrati di seconda generazione e richiedenti asilo ospiti in città.

ellerense

La gloriosa maglietta dell’Ellerense e sotto, la formazione schierata in un recente match

ellerense1

Questa joint-venture tra associazioni non è passata inosservata: in tutta Italia i donatori cercano modi per divulgare la donazione di sangue tra i nuovi cittadini: anche per ragioni scientifiche. I gruppi sanguigni infatti sono distribuiti in percentuali diverse tra le varie popolazioni del mondo ed è importante che il numero dei donatori stranieri raggiunga la percentuale italiana, per evitare che alcuni gruppi sanguigni diventino più difficilmente reperibili. Così, proprio Mondovì è stata sede di un convegno nazionale dei giovani donatori FIDAS l’11-12 marzo 2016 incentrato sul tema “donazione di sangue e immigrati”. Tra i relatori del convegno anche il presidente di MondoQui e soprattutto, il sabato sera, grande cena dei popoli per i cento giovani di tutta Italia partecipanti, organizzata dalla nostra associazione nel solco della migliore tradizione delle nostre scorpacciate multi-culturali. C’erano pietanze da Russia, Piemonte, Romania, Marocco, Congo, Costa d’Avorio, Nigeria, Brasile, Albania, Siria… come sempre un grande successo!

Nelle foto sotto, la cena dei popoli MondoQui-Avas-Fidas

iniziativa avas 3

iniziativa avas 4

iniziativa avas 2

iniziativa avas 1

Clicca qui per visualizzare il numero di Noi in Fidas, rivista nazionale dei donatori di sangue, con il reportage sul convegno di Mondovì.

 

Pubblicato in Attività, Feste tra i popoli | Lascia un commento

MondoQui al Tg3 Regionale

Servizio del TgR Piemonte dedicato alla nostra Associazione. 30 gennaio 2016

Pubblicato in Attività, Obiettivo Stazione | Lascia un commento

Corso di arabo

Corso di arabo

Dopo la serata introduttiva a cui ha partecipato una decina di persone, ricomincia giovedì 21 gennaio, dalle ore 19 alle 20,30 nella sala Franco Centro, il corso di lingua e cultura araba che rientra nelle attività promosse per avvicinare al mondo arabo e alla sua cultura. Il corso è rivolto sia a chi vuole scoprire la lingua “partendo da zero”, sia a coloro che hanno già partecipato ad altri corsi e vogliono migliorare. In caso di necessità si attiverà un secondo livello. Parallele al corso, in questa fase drammatica per il mondo arabo tra guerre, terrorismo e strumentalizzazione della religione nel conflitto politico, saranno organizzati incontri e dibattiti. Info: 338 9326878 (Abdelghani).
Nella foto: una lezione di arabo nella sede di MondoQui in Stazione

Pubblicato in Attività, Obiettivo Stazione | Lascia un commento