Ecco il Caffè Sociale: il nuovo bar della Stazione di Mondovì

Finalmente il sogno si è avverato: il “Caffè Sociale”, il nuovo bar della Stazione di Mondovì, è aperto da lunedì 7 ottobre. È gestito dalla Coop “Franco Centro”, appositamente fondata tra soci e amici di  MondoQui: è una Cooperativa sociale di tipo “B”, ovvero almeno un terzo dei lavoratori appartengono a categorie svantaggiate.

Si tratta di un nuovo e importantissimo tassello del progetto che MondoQui porta avanti in Stazione, quello di riqualificare questo luogo simbolo del degrado cittadino con i materiali da costruzione della nostra Associazione: mattoni fatti di diverse origini e patrimoni di esperienze, educazione, nazionalità, linguaggi, conoscenze, sensibilità, valori differenti. E cemento fatto di somiglianze, rispetto reciproco, dialogo, azione comune, voglia di mettersi in discussione.

Il bar è stupendo: l’arredamento semplice e originale, fatto in gran parte a mano dai volontari, valorizza i locali della Stazione, che erano già abbelliti da raffinate decorazioni del soffitto e da pavimenti elaborati, originali degli anni ’30 del ‘900. Ben pochi però fin’ora avevano notato la bellezza del luogo: vi consigliamo di frequentarlo.

Il Caffè Sociale sotto molti aspetti è un bar come tanti: offre i classici prodotti di caffetteria (a partire dall’ottimo Caffè Giuliano), brioches, focacce, torte squisite (in gran parte dell’Agriforno Rosso Gentile), panini farciti con le frittate buonissime fatte nella cucina del bar con materie prime selezionate…

Ma questo bar si fa notare anche per le cose che non ci troverete: innanzitutto le slot machines. La vecchia gestione aveva puntato molto sul gioco d’azzardo legalizzato e in questo luogo molte persone si sono rovinate la vita. A quei tempi l’Associazione MondoQui, al gioco d’azzardo l’aveva giurata: proprio in Stazione, nei pressi della sala slot, avevamo raccolto firme per cambiare la legge infausta che trasformava lo Stato in un biscazziere e già allora si diceva: «Se potessimo gestire noi il bar le cose cambierebbero…».

Anche la plastica nel bar avrà vita difficile: bandite le bottigliette, sarà possibile ricaricare la propria borraccia con acqua filtrata e fresca “alla spina” naturale o frizzante. E le borracce griffate “Caffè Sociale” stanno già andando a ruba.

Gli alcolici vengono somministrati con attenzione: ci sono birra e vino alla spina, ma i superalcolici servono solo come ingredienti in dolci e cocktail, allungati con altre bevande. Non si vendono sigarette.

L’ingresso del bar è una vera esposizione di prodotti locali di altissima qualità: sono quelli delle aziende che aderiscono al progetto “Intrecci”…

In una delle eleganti salette è allestito un angolino con giochi per i bimbi, in modo che le mamme possano sorseggiare un caffè e fare due chiacchiere con le amiche tenendo d’occhio i loro pargoli.

Il “Caffè Sociale” è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 6 alle 18.

Seguici su www.facebook.com/caffesocialemondovi/

Pubblicato in Attività, Obiettivo Stazione | Lascia un commento

Il progetto “Scuola di tutti” realizzato grazie all’8xmille della Chiesa Valdese

MondoQui Scuola di tutti Doposcuola

Nell’anno scolastico 2018-2019 l’Associazione MondoQui, il linea con il proprio Statuto che vede nella scuola il “luogo in cui prende forma la società di domani e come fondamentale e primario strumento e luogo di conoscenza reciproca” e con l’intento di sostenere la Scuola pubblica nel suo ruolo determinante di “ascensore sociale”, ha realizzato il progetto “Scuola di tutti” che, grazie ad un finanziamento della Tavola Valdese, ha reso possibili importanti attività in alcuni Istituti di Mondovì. Il progetto funziona grazie alla stretta collaborazione tra operatori retribuiti con i fondi dell’8xMille Valdese e numerosi volontari che li affiancano, oltre che grazie alla fondamentale collaborazione dell’Istituto Comprensivo n. 1 di Mondovì.
È suddiviso in tre parti, strettamente collegate fra di loro alle quali si è aggiunto il Doposcuola estivo per i compiti delle vacanze attualmente in corso nella Scuola “Trigari”, che inizialmente non era previsto nell’ambito del progetto: è stato possibile realizzarlo grazie al grande sostegno dei volontari che ha permesso di diluire le ore degli operatori durante l’anno scolastico, potendo così prolungare le attività almeno fino a fine estate.

Le tre originarie “gambe” del progetto “Scuola di tutti” sono state:

Il doposcuola – Volontari e operatori di MondoQui hanno “rafforzato” per due pomeriggi alla settimana il doposcuola per aiuto compiti già organizzato dal 1º Circolo didattico nella Scuola Primaria di Mondovì Ferrone e nella Scuola Media Anna Frank di Mondovì Borgato. La Scuola metteva a disposizione un insegnante a cui andava ad aggiungersi il nostro personale: è stato così possibile coinvolgere un numero maggiore di ragazzi, con un rapporto più vantaggioso tra il numero di operatori e quello degli scolari.

Mediazione culturale – Una mediatrice culturale e alcune volontarie hanno affiancato le mamme alle prese con il loro ruolo educativo e con le incombenze e le problematiche del mondo della scuola, in modo individuale e puntando alla creazione di uno o più gruppi di genitori.

Scuola di arabo – Per un pomeriggio alla settimana una classe delle Scuole Trigari di Mondovì Breo è diventa una piccola scuola di lingua araba. Hanno partecipato numerosi ragazzi  di origine prevalentemente marocchina, cresciuti (e spesso anche nati) in Italia. Grazie ad un insegnante di MondoQui, hanno imparato a parlare bene, leggere e scrivere la lingua delle loro famiglie, e scoperto che la loro cultura di provenienza non è un fardello che li relega in serie B, ma un bagaglio di conoscenza – non solo tradizionale ma anche moderna e laica – che vale e merita di essere insegnata e imparata all’onore del mondo, tra le pareti di una vera scuola. È stato un grande successo poter fare questo tipo di attività in una Scuola pubblica di Mondovì per la prima volta.

E dopo? – Come abbiamo detto, il progetto continua ben oltre le previsioni e speriamo che possa procedere e migliorare anche nei prossimi anni, grazie a un nuovo progetto già presentato alla Tavola Valdese, che ringraziamo per aver reso possibile attività così significative e importanti per la nostra città.

 

 

Pubblicato in Formazione, Generazione 2G, Persone, Politica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Continua il progetto “Due parole in libertà – Migliora il tuo italiano conversando in amicizia”

MondoQui Due Parole in libertà 2019 italiano per nuovi cittadini

Ci troviamo tutti i venerdì sera in Stazione, anche d’estate, e chiacchieriamo. Ma l’obiettivo, oltre alla conoscenza reciproca e all’amicizia, è migliorare l’italiano parlato. Si parte sempre dai problemi concreti dei partecipanti, dalla loro vita di tutti i giorni, dalle loro necessità. Così nascono le frasi che poi insieme impariamo a dire nel modo migliore possibile. Non ci sono maestri, solo soci di MondoQui che hanno maggiore dimestichezza con la lingua italiana, avendola parlata fin dall’infanzia. Alcuni dei “facilitatori” hanno partecipato al corso di formazione sul metodo di Paulo Freire, organizzato da MondoQui.

Pubblicato in Attività, Cultura, Formazione, Obiettivo Stazione, Persone | Contrassegnato , , , | Lascia un commento