MondoQui resiste anche al coronavirus e si trasferisce on-line

La solita riunione del giovedì sera: in questo periodo non si fa in Stazione ma su “Zoom”

#Restiamo-a-casa sì, ma noi di MondoQui ci teniamo troppo per fermare del tutto le nostre attività: così abbiamo imparato a fare le riunioni su internet. Questo Covid-19 lo avevamo già sfidato qualche settimana fa, quando l’epidemia vera era ancora molto lontana, e avevamo voluto esprimere la nostra solidarietà organizzando semplicemente un pranzo al ristorante cinese. Ora che il coronavirus è diventato una cosa molto seria ancheda queste parti, siamo costretti a chiuderci in casa e anche il Caffè Sociale ha dovuto chiudere provvisoriamente i battenti. Ma noi abbiamo imparato a ritrovarci usando pc e cellulari creando riunioni virtuali, ma molto reali. Il sistema funziona, coinvolge anche persone che di solito non possono venire, ed è anche piuttosto divertente: dopo il primo esperimento con l’incontro del giovedì 12 marzo (in cui tra l’altro abbiamo parlato dell’attività dei volontari che andranno a portare la spesa a casa degli anziani che non possono uscire), venerdì 13 marzo si è tenuta la prima serata on-line di “Due parole in libertà – Migliora il tuo italiano conversando in amicizia“.

Vista la situazione dovremmo momentaneamente cambiare il nome in “Due parole in semi-libertà”, ma ce la siamo cavata benissimo e c’è anche la lavagna (foto sotto).

Le attività continueranno su Zoom fino a quando non potremo circolare liberamente. Troverete sul gruppo whatsapp e riceverete via posta elettronica le istruzioni per partecipare. Chi ha difficoltà a collegarsi o non riceve ancora i nostri messaggi contatti il 3482793556 (Claudio).

Questa voce è stata pubblicata in Attività, Formazione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento