Cena siriana: ecco come è stato usato il denaro raccolto

bimbi siriani bekaa1

A novembre la grande cena siriana organizzata da alcuni giovani studenti dell’Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo in collaborazione con MondoQui ed ora il resoconto di Barbara Abdeni Massaad, fiduciaria di Slow Food di Beirut, che ha utilizzato tra i profughi siriani nella valle della Bekaa, in Libano, il denaro raccolto in occasione della cena a Mondovì. All’iniziativa avevano partecipato ben 200 persone, consentendo di far arrivare ai rifugiati 2.274 euro. «Tutto il denaro lo abbiamo utilizzato in spese mediche – ci ha scritto Barbara su Facebook –. Il costo delle operazioni chirurgiche va dai 700 ai 5.ooo dollari. Servono un sacco di soldi…». Barbara è una fotografa che dopo aver visitato i campi profughi nella valle della Bekaa ha deciso che documentare le sofferenza del popolo siriano non bastava: ha deciso di mettere a frutto la sua professione e la sua passione per il cibo “buono, pulito e giusto” producendo il libro fotografico di ricette “Soup for Syria” per raccogliere fondi in aiuto dei profughi.
bimbi siriani bekaa«Oggi sono stata a visitare i bambini che stiamo soccorrendo con i proventi del libro “Soup for Syria” [e anche quelli mandati da MondoQui] – scrive ancora Barbara –. Non riesco ad abituarmi a vedere persone costrette a vivere in questa terribile situazione. Prego tutti voi di aiutarci donando soldi, vestiti, giocattoli, medicine, tempo. Ignorare le sofferenze della gente non può renderci migliori, invece aiutare gli altri dà significato alla nostra vita.  Prego per tutti questi bambini che stanno crescendo anno dopo anno in questi campi profughi senza speranza. Possa un miracolo riportare la pace nel loro paese e riportarli a casa». L’iniziativa della cena siriana è stata narrata da Alessandra Abbona sulla blogzine “Un tocco di zenzero“. Il libro “Soup for Syria” sta per essere tradotto in italiano e sarà presentato a “Terra Madre”, la grande iniziativa di Slow Food, in autunno a Torino.

Nelle foto sopra: scatti di Barbara Abdeni Massaad tra i bimbi siriani rifugiati nella valle della Bekaa in Libano. Qui sotto: la cena siriana di MondoQui

siriana

Questa voce è stata pubblicata in Attività. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento