Andata e ritorno, percorsi tra genitori e figli (con le raccoglitrici di storie)

Le “raccoglitrici di storie” hanno già pubblicato diversi libri , con la supervisione dell’antropologa Lucia Portis.  Il gruppo sceglie un tema e poi ogni “raccoglitrice” si fa raccontare la storia autobiografica da un narratore. Tutti i narratori sono immigrati che vivono in Piemonte e le raccoglitrici di storie hanno frequentato un corso di narrativa autobiografica al Centro Interculturale di Torino. Sabato 12 gennaio, alcune di loro, ospiti di MondoQui hanno presentato a Mondovì in sala “Scimè” il loro ultimo libro: “Andata e ritorno – Percorsi tra genitori e figli“. Ecco alcune immagini dell’evento:

Sono venute nella nostra città, perché una delle raccoglitrici e un narratore sono monregalesi e soci di MondoQui: Valeria Griseri e Abdelghani Boumedhi. Insieme a loro c’erano Paola Belmonte, Giulietta Beltrame e Nadejda Raileanu (che è stata narratrice in una precedente edizione ed ora raccoglie le storie di altri immigrati). Questo libro sulla genitorialità è il quinto in circa 15 anni. Le edizioni precedenti hanno raccolto storie che avevano come tema la scuola, le badanti, il volontariato e il cibo. Ogni progetto si compone di una serie di tappe ben precise: la scelta del tema, la stesura della traccia del colloquio narrativo e l’individuazione di alcuni focus da indagare, l’individuazione di un interlocutore che abbia ovviamente vissuto un’esperienza di migrazione, una serie di colloqui e trascrizioni, restituzioni e approfondimenti. Si fa molta attenzione che le narrazioni siano esattamente corrispondenti a quanto è stato detto. “Andata e ritorno” contiene diciassette storie di persone appartenenti a generi e contesti culturali diversi, con modi diversi di essere genitori e differenti periodi di permanenza in Italia ed età dei figli, cercando di rappresentare la molteplicità e complessità delle esperienze vissute.

Questa voce è stata pubblicata in Attività, Formazione, Persone. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento